FacebookTwitterDiggDeliciousStumbleuponLinkedin

Luoghi d’interesse

 

TORRI MEDIOEVALI


Nonostante le gravi distruzioni prodottesi nel corso del secondo conflitto mondiale, la città conserva alcune torri di origine medievale, sopravvissute miracolosamente ai bombardamenti. Fra queste:
Torre d’Argento, situata nella zona della Civitella.
Torre Masci, costruita nel 1570 e sita in via Michetti. 
Torre Ciarrapico edificata nel 1660.

 

CHIESE E CONVENTI


Francavilla possiede numerosi edifici sacri dislocati in tutto il territorio comunale, fra cui San Giovanni Battista e San Francesco. Quest’ultimo fu edificato secondo moduli architettoniciromanici e borgognoni; al suo fianco è ancora visibile un muro in pietra del 1330 che testimonierebbe la presenza di frati francescani nel luogo.

 

CHIESA DI SANTA MARIA MAGGIORE


La chiesa, realizzata su progetto di Ludovico Quaroni, è costruita su un ampio basamento in pietra sul quale si eleva, altissima, l’unica navata a forma di ottagono irregolare, con una schiacciata cupola a volta. Nell’interno è chiaramente percepibile un gioco di luci, particolarmente intenso al centro della navata, più soffuso lungo l’angusto deambulatorio. L’edificio è stato abbellito dal Cascella, sia esternamente, con una fontana ottagonale e la decorazione della facciata, sia all’interno, con il fregio in terracotta del deambulatorio, le grate delle finestre, il pulpito, il cero pasquale ed i seggi presbiteriali in pietra. La chiesa custodisce inoltre un ostensorio gotico del 1413 ed altri oggetti sacri.

 

CHIESA DI SAN BERARDINO


La chiesa di San Bernardino, situata nell’omonima contrada, riveste un notevole interesse architettonico: presenta una pianta ellittica, con un interno armonioso dalle forme classiche.

 

CHIESA DELLA MADONNA DELLE PIANE


Nella chiesa Madonna delle Piane (XVII secolo) si conserva un altare barocco in legno del Seicento.

 

CHIESA DI SANTA MARIA DELLA CROCE

La chiesa di Santa Maria della Croce (XV secolo), di scarso valore artistico, è attualmente pericolante e in stato di abbandono.

 

CONVENTO “FRANCESCO PAOLO MICHETTI”

Noto più semplicemente come Convento Michetti o anche come “Cenacolo michettiano” o “Cenacolo dannunziano”, è divenuto oggi uno dei simboli della città. L’edificio fu eretto nel 1430 dai frati minori dell’Osservanza per poi passare al demanio comunale subito dopo il ricongiungimento dell’Abruzzo al Regno d’Italia. Fu acquistato, nella prima metà degli anni ottanta dell’Ottocento, da Francesco Paolo Michetti che, dopo averlo radicalmente ristrutturato, vi stabilì la propria residenza e ne fece un centro di incontri e di scambi culturali. Come si è già avuto modo di segnalare, fu frequentato da celebri intellettuali, letterati ed artisti che gli assicurarono una proiezione nazionale ed internazionale. Fra i suoi ospiti più assidui vi furono Gabriele D’Annunzio (da qui il nome di “cenacolo dannunziano” con cui è anche conosciuto), Francesco Paolo Tosti, Costantino Barbella, Basilio Cascella, Edoardo Scarfoglio e Matilde Serao. Il campanile è in stile orientaleggiante.

 

DIMORE STORICHE E MODERNE

Francavilla al mare è sempre stata meta di un turismo di estrazione prevalentamente borghese, proveniente in gran parte dal resto dell’Abruzzo e da Roma. Nel suo territorio sono presenti numerose ville e dimore di particolare pregio.
(Villa Olivella
, Villa Terra
, Villa Ballone
, Villa De Medio).

 

BELVEDERE

La conformazione territoriale della zona, costituita da colli a ridosso del mare e vallate, offre numerosi punti panoramici da cui poter ammirare la costa e l’hinterland pedimontano a cavallo fra le due province di Pescara e Chieti.

 

SAN FRANCO

È il belvedere annesso al complesso della Chiesa di Santa Maria Maggiore. Permette una visuale completa della parte nord di Francavilla al mare e di Pescara sud.

 

SETTE VENTI

Il belvedere di Setteventi è di recente costruzione, con parchetto annesso. Si trova sulla Collina dei Setteventi. Permette una visuale della riviera sud di Francavilla al mare, e del vicino promontorio di Ortona.

 

STRUTTURE ESPOSITIVE

Museo “Francesco Paolo Michetti”
Nel 1998, presso la struttura dell’ex Palazzo comunale, è stato inaugurato Il Museo Michetti, dove sono custodite due tra le più famose tele del pittore: Le Serpi e Gli Storpi. Oggi la struttura ospita importanti eventi legati al mondo dell’arte pittorica.

 

TORRE CIARRAPICO

Torre medioevale utilizzata per ospitare mostre ed eventi.